Sulla salute, il governo discrimina il Sud

Sulla salute, il governo discrimina il Sud

Sulla salute, il governo discrimina il Sud. La Commissione bilancio, infatti, ha respinto l’emendamento Russo presentato al decreto Milleproroghe, che teneva conto del criterio della deprivazione sociale nel riparto dei fondi sanitari. Come ho detto nel mio intervento in Commissione, questa decisione è una grave ingiustizia, perché non considera le condizioni socioeconomiche delle regioni più povere del Paese. Chi ha di più, dunque, continuerà ad avere di più. E quando c’è di mezzo la salute delle persone non è accettabile.