Il Governo investa risorse e mezzi in favore della DDA calabrese

Il Governo investa risorse e mezzi in favore della DDA calabrese

Ho presentato un’interrogazione parlamentare al Ministro della Giustizia Andrea Orlando, per chiedere che la direzione distrettuale antimafia calabrese venga dotata di risorse umane e materiali necessarie a proseguire efficacemente l’azione di contrasto alla criminalità organizzata. Ad oggi risulta insufficiente la dotazione organica degli uffici giudiziari. Basti pensare che nel distretto di Catanzaro la DDA è dotata di soli cinque pm e che l’organico della Procura, su una previsione di diciotto unità, ha registrato solo per pochi mesi una presenza massima di sedici unità. La notizia della realizzazione di un imminente attentato nei confronti del pm della DDA di Catanzaro Dott. Pierpaolo Bruni e le minacce rivolte al pm della DDA di Reggio Calabria Dott. Giuseppe Lombardo dimostrano in modo evidente che la ‘ndrangheta sta subendo i successi investigativi della DDA calabrese. Lo Stato, dunque, stia vicino a questi magistrati, non con le rituali dimostrazioni di solidarietà e di apprezzamento, ma investendo risorse e mezzi per la repressione del crimine.