Quale politica di investimenti per far crescere il mezzogiorno?

Quale politica di investimenti per far crescere il mezzogiorno?

Al Sud, nell’ultimo anno, 175mila giovani, uno su quattro, hanno lasciato la loro regione per andare a studiare in un’università del Centro-Nord. Lo Svimez quantifica questa migrazione in un danno economico di circa 3 miliardi, lo 0.4 per cento del Pil del Sud. Noi abbiamo chiesto al ministro Lezzi cosa intenda fare il governo per arginare questo fenomeno e quale sia la politica di investimenti che il governo intende mettere in atto per far crescere il Mezzogiorno. La risposta è stata una generica dichiarazione di intenti, inaccettabile quando si è al governo del Paese. Il M5S continua a parlare di reddito di cittadinanza, come fosse la soluzione di tutti i problemi. La definiscono una misura di contrasto alla povertà, ma non ci sono risorse per farlo, e lo sanno bene. In 50 giorni abbiamo assistito al nulla, meno di zero per il Mezzogiorno. Investire sul Sud, sui suoi giovani e sul sistema universitario, è il solo modo per contrastare la povertà, non con fantomatici sussidi. Si professano come il governo del cambiamento, intanto agiscono, o meglio, non agiscono come i peggiori governi del passato.